Isole Eolie: escursione in giornata

Isole-Eolie

Finalmente è arrivato il momento di parlarvi del nostro on the road fatto nel sud Italia partendo dalla giornata sulle Isole Eolie. Sia chiaro, in un giorno si combina poco e nulla però vale la pena dedicare anche una sola giornata a una delle meravigliose Isole Eolie. L’arcipelago si trova a largo di Milazzo, sulla costa nord della Sicilia ed è composto da 7 isole: Vulcano, Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina e Stromboli, tutte di origine vulcanica.

Escursione in giornata

Se volete fare un’escursione in giornata alle Isole Eolie, secondo noi l’opzione più comoda è visitare l’Isola di Vulcano, la più vicina alla Sicilia. Per godervi al meglio la giornata sarebbe meglio partire con il primo aliscafo disponibile, noleggiare un gommone (non serve la patente nautica se non si superano determinate potenze) per fare il giro completo dell’isola, provare i fanghi, aspettare il tramonto sulla spiaggia delle sabbie nere vicino al porto e infine tornare con uno degli ultimi aliscafi della giornata.

Vulcano-spiaggia-delle-sabbie-nere-Isole-Eolie

Se però volete optare per un’altra isola per la vostra escursione in giornata, vi lasciamo i tempi di percorrenza indicativi (che potrebbero variare in base alle condizioni metereologiche) degli aliscafi della Liberty Lines da Milazzo:

  • Lipari: 1 ora
  • Salina: 1 ora e 30 minuti
  • Panarea: 1 ora e 55 minuti
  • Stromboli: da 1 ora e 10 minuti a 2 ore e 55 minuti in base alla tratta
  • Alicudi: 2 ore e 50 minuti
  • Filicudi: 2 ore e 20 minuti

In caso vogliate visitare due isole (o più), valutate il pernottamento di una notte o un soggiorno più lungo e tenete presente che le Eolie sono ovviamente anche collegate anche fra loro. Se volete portare il vostro mezzo (auto o scooter) sulle Isole Eolie dovete affidarvi alla compagnia Siremar per la navigazione. Fate attenzione però, in alcune Isole dell’arcipelago, ci sono delle limitazioni sulla circolazione e l’afflusso delle auto dei non residenti, quindi l’opzione migliore è optare per un noleggio direttamente in loco.

Aliscafo e noleggio gommone 

Per raggiungere le Isole Eolie dalla Sicilia si può partire dai porti di Milazzo, Messina o Palermo. Il porto principale però è quello di Milazzo con collegamenti più frequenti e veloci, data la vicinanza all’arcipelago. Per il nostro trasferimento in aliscafo da Milazzo a Vulcano, abbiamo navigato con la Liberty Lines. Il prezzo è di 35 euro a persona A/R e la durata del viaggio è di circa 50 minuti (a tratta). Per consultare nello specifico gli orari e i prezzi vi consigliamo di visitare il loro sito internet.

Per il noleggio del gommone sull’isola di Vulcano invece, ci siamo affidati a Nautica Est, situata sulla spiaggia delle Acque Calde. Dispongono di gommoni e barche da utilizzare sia con che senza patente nautica e con la possibilità di richiedere il servizio extra di uno skipper.  Il personale è gentile e disponibile, prima di iniziare l’avventura in gommone effettuerete un briefing in cui vengono spiegate le nozioni principali. Non abbiate paura basta avere un po’ di sale in zucca e non ci saranno problemi. Anche per noi è stata la prima volta e non abbiamo avuto difficoltà. Non esitate a chiedere informazioni su cosa vedere, sulle distanze e sulla direzione del vento della giornata! Se la giornata “climaticamente” lo permette, oltre a fare il giro di Vulcano, vi consigliamo di fare un salto ai Faraglioni di Lipari. Non perdete l’occasione sono davvero fantastici! Per quanto riguarda il costo del noleggio gommone da 4 persone nel mese di settembre, abbiamo speso 110€ compreso il carburante. Piccolo consiglio: dato che l’isola è molto frequentata, prenotate il gommone in anticipo.

Gommone-Isola-di-Vulcano

Cosa fare in un giorno a Vulcano, la più vicina delle isole Eolie

Principalmente le Isole Eolie si visitano per la loro essenza selvaggia e ovviamente per il mare, tra i più belli d’Italia. Quindi, l’attività che vi consigliamo per un’escursione giornaliera a Vulcano, è circumnavigare l’isola in gommone per ammirare appieno il mare e scovare tutte le sue calette nascoste. Non perdetevi la Piscina di Venere, una piscina naturale situata vicino alla Grotta del Cavallo circondata da rocce di tufo e basalto dove l’acqua si colora di un azzurro turchese inconfondibile. La leggenda narra che questa “cavità” naturale si chiami così perchè ci fece il bagno Venere per riacquisire la verginità perduta.

L’isola di Vulcano, in realtà, è famosa principalmente per le sue spiagge nere, si trovano in molte zone ma la più famosa è proprio la Spiaggia delle Sabbie Nere che si raggiunge facilmente dal porto. È abbastanza ampia e c’è sia la parte libera che quella attrezzata. Vi consigliamo di visitarla nel tardo pomeriggio aspettando il tramonto, se avrete fortuna vedrete colori meravigliosi. A pochi passi dal porto trovate anche i fanghi e la Spiaggia delle Acque Calde, entrambi di origine sulfurea quindi riscaldate naturalmente. Se non volete puzzare di zolfo per tutta la giornata, portatevi un costume dedicato solo ai fanghi.

Caletta-spiaggia-nera-Isola-Vulcano

Cosa mangiare alle Isole Eolie

Una delle tante prelibatezze che si possono mangiare in Sicilia è il pane cunzato (pane condito). È un piatto semplice e veloce, è proprio il classico “pasto” da consumare in spiaggia vista mare. Tradizionalmente, il pane viene condito con olio di oliva, pomodorini, formaggio primo sale, origano e acciughe. Spesso però si può trovare anche con l’aggiunta dei classici prodotti della cucina sicialiana come capperi, olive, tonno, ricotta salata al forno, melanzane… Esiste anche la versione eoliana: ogni famiglia la prepara in base ai prodotti migliori che dispone. Gli unici fattori in comune di questa versione sono l’aggiunta di acciughe, melanzane e i famosissimi capperi di Salina.

Pane-cunzato-Isole-Eolie

Lascia un commento