Un giro tra i passi di Livigno

Passo-del-Bernina

Dopo una trepidante attesa dovuta dal fatto che la moto è rimasta ferma dal meccanico, siamo riusciti a fare il nostro primo giro in moto.

Passo-del-foscagnoPer farvi capire come è andato il giro: per andare a Bormio siamo riusciti a pagare ben 2 caselli per fare al massimo 50 Km in autostrada e non è stato proprio comodo dato che abbiamo una moto naked. La nostra moto è una Suzuki Gs 500, per una persona alta 1.90 metri come Andrea è un po’ piccolina ma per il momento va benissimo.

Sfruttando il fatto che i nonni di Andrea hanno una roulotte in un campeggio a Bormio, abbiamo deciso di fare un bel giro in montagna.

Arrivati in qualche modo a Cosio, ci siamo fermati alla Galbusera a fare colazione. Consigliamo vivamente di assaggiare le squisite brioches oppure comprare una delle scatole di biscotti molto grosse a buon prezzo.

Dopo aver fatto colazione, siamo ripartiti verso il campeggio attraversando una strada circondata da montagne. Una volta arrivati in campeggio, ci aspettavano una decina di funghi porcini freschi, pronti da mettere in un bel piattone di tagliatelle.

Il giorno dopo, in tarda mattinata, siamo partiti per Livigno salendo dal passo del Foscagno e, curva dopo curva, siamo arrivati a Trepalle, il comune più alto d’Italia.

La nostra prima tappa è stata la “Baita dell’Ermellino”, un ristorante che offre specialità del posto. Abbiamo mangiato dei pizzoccheri favolosi, una fantastica polenta con salmì di cervo e polenta coi funghi. L’atmosfera della baita è molto bella e con circa 15 euro a testa si mangia primo e secondo (acqua inclusa) inoltre si ha la possibilità di mangiare all’aperto con un fantastico panorama.

La seconda tappa che non può mancare MAI a Livigno, è il benzinaio! Il prezzo della benzina è sempre sotto 1€/L. Ogni volta facciamo di tutto per arrivare con il serbatoio semivuoto per fare un bel pieno!

Adesso arriva il bello e il brutto, si torna a casa… la cosa che conta però non è la destinazione ma è il viaggio!
Per tornare a casa abbiamo allungato la strada, da Livigno ci siamo diretti verso il passo della Forcola e abbiamo proseguito per la Svizzera facendo il Passo del Bernina. Arrivare sul passo del Bernina a 2330 metri di altitudine e fare la classica foto con il cartello è uno sballo!

Passo-del-Bernina

Siamo ripartiti e abbiamo proseguito per St. Moritz, classica cittadina sul lago con tantissime persone che praticavano kitesurf. La tappa successiva è stata il passo del Maloja, quando inizia è impossibile non accorgersene, tornanti su tornanti ripidissimi. E’ divertentissimo se non trovi il signore anziano che inchioda 100 metri prima dell’inizio della curva.

Passo-del-Maloja
Dopo aver ammirato il bellissimo panorama ed essere scesi dalla montagna, ci siamo indirizzati verso Chiavenna e abbiamo proseguito per Milano.
Un giro bellissimo, da fare almeno in un week-end in modo da potersi divertire senza stancarsi troppo.

La prossima stagione estiva faremo sicuramente il Passo dello Spluga, vieni anche tu?

Lascia un commento